Dr Jekyll e Mr Hyde

L'avvocato Utterson viene casualmente a conoscenza della situazione difficile, e misteriosa, in cui si trova il dottor Jekyll, un suo intimo amico. Questi, pare, tiene sotto la sua protezione un losco individuo di nome Edward Hyde. All'avvocato non va che l'amico divida la sua casa con quell'uomo dall'aspetto ripugnante e teme che questa convivenza possa diventare un pericolo per l'incolumità fisica e la reputazione del dottore. Ad insospettire maggiormente Utterson c'è uno strano testamento di Jekyll in cui sta scritto che Hyde diventerà legittimo erede di tutte le sue sostanze. A questo punto, l'avvocato crede di avere chiarito il mistero: Hyde si è introdotto in casa di Jekyll con la violenza, ricatta il poveretto e, appena ne avrà l'occasione, lo ucciderà per rendere esecutive le volontà contenute nel testamento.Il dottore, però, rifiuta l'aiuto di Utterson e lo prega di non interessarsi più del suo caso pietoso. La situazione, purtroppo, peggiora sempre di più e precipita quando Hyde commette alcuni delitti che sconvolgono l'opinione pubblica.Un giorno, Utterson riceve la visita di Poole, il fidato maggiordomo di Jekyll, il quale esprime il suo timore per quanto sta avvenendo nello studio del suo padrone. Poole è convinto che l'uomo asserragliato nello studio sia Hyde e che costui abbia ucciso il dottore. Utterson decide allora di sfondare la porta e consegnare l'assassino alla giustizia. Ma arriva tardi e si trova, infatti, davanti al cadavere di Hyde che, si capisce chiaramente, si è appena suicidato.Utterson trova due lettere e in esse viene a conoscenza di tutta la triste vicenda: Hyde non era altri che il dottor Jekyll. Il dottore, ambiziosamente proteso alla ricerca di grandi scoperte scientifiche, aveva sperimentato su di sé alcuni preparati chimici da lui elaborati. Gli effetti devastanti si erano presto visti; Jekyll si trasformava in una creatura dall'aspetto ripugnante e dalla natura volgare e violenta, e gli esperimenti cominciavano a diventare pericolosi per la collettività in quanto Jekyll non riusciva più a controllare quelle trasformazioni che avvenivano in qualsiasi momento, anche senza assumere la bevanda. Il male, quindi, aveva preso il sopravvento sul bene ed egli, ormai messo alle strette dalla polizia che aveva individuato il responsabile dei delitti, si era ucciso rivelando al mondo la terribile verità.Questo breve romanzo è, nella sua chiave di lettura più immediata, una parabola sul conflitto tra il bene e il male e lo sforzo prodotto dall'uomo nel tentativo di tenere separate queste due entità della natura umana. Tuttavia, Hyde è la rappresentazione del male allo stato puro, mentre Jekyll non è la rappresentazione del bene allo stato puro. Egli è, infatti, un uomo dal comportamento ineccepibile agli occhi della società, ma in lui si agitano quei pensieri che l'uomo puritano e represso della cultura vittoriana non ha il coraggio e l'onestà di confessare.